“La stagione d’Animazione come una serie televisiva di tre stagioni”

Strano chiudere la stagione e sentire attraverso la finestra un incessante pioggia.
Questa è una chiusura di un ciclo durato tre stagioni.
Come una serie telesiviva,di successo almeno spero.
Tre anni pieni di emozioni,musica e colori.
Quando mi chiedono qual’è stato l’apice qui a Ottiolu?!
Rispondo con noncuranza che il vero successo sono le persone a cui ho regalato un sorriso,un brivido ,un ricordo da portare via. Magari per sempre.
Ho visto crescere centinaia di ragazzi ormai diventati grandi che ogni anno adoro rivedere e dargli più responsabilità.
Non a caso quest’anno il fatto di registrare ogni volta un anfiteatro gremito di persone con la collaborazione dei ragazzi dello junior club mi ha riempito d’orgoglio.
E poi aver avuto dei pazzi scalmanati in staff in questi anni che non smetterò mai di ringraziare.
Tutto ebbe inizio con il sottoscritto e Ilaria Gervasi due anni fa. Eravamo la novità dell’estate.
Lei era la spalla perfetta. In ogni situazione,in ogni momento o confidenza.
Non un rapporto facile,ma la ringrazierò sempre. Perchè avrei voluto avere una sorella cosi.
Mi ricordo che i primi bambini erano Matilde,Valentina,Martina.
Poi aumentavano ogni giorno a vista d’occhio quel gruppo che straordinariamente è fulcro del mio junior club.
Un escalation di successi in spiaggia e nella mitica piazzetta che hanno portato degli incrementi in tutte le attività. Un duo di pazzi al mini come Filippo Pasetto e Francesca De Vita.
Erano come cane e gatto nella vita privata,ma lavorativamente una bomba nucleare.
Un Torneista come Mattia Pintus,uno dei primi animatori Bellavita a Ottiolu che indossava una bellissima mascotte in spiaggia e in piazzetta con lo scopo di ammaliare i bambini piccoli con quei movimenti goffi portandoli nel cuore un sorriso.
Non avevamo gli spettacoli quella stagione,ma avevamo tutto il diurno e il serale dedicato hai giovani.
Eravamo l’attrazione della notte di Ottiolu. Le mitiche feste al molo 87.
Univamo le forze con lo staff dell’Esagono e la musica di quel pazzo di Enrico Enrydj Macaluso.
Si riempiva a vista d’occhio quel palco e quella spiaggia. Ogni volta. Ogni pazza e calda notte.
Momenti che immortalava sempre Patrizio De Michele con scatti che sono passati alla storia della Bv. Feste a tema,dove i colori e la facce dei ragazzi adolescenti e adulti amavano.
Quel connubio tra di due staff aprirono le porte a dei crossover rimasti impressi nella memoria di molti.
La stagione 2015 è stato l’anno più completo e disarmante dove gli spettacoli e le feste si moltiplicavano come se non ci fosse un domani.
Come se la Bellavita ogni giorno era una festa e cosi fu.
Una collaborazione con Budoni Welcome che uni la Bellavita tra Ottiolu e Budoni.
Anche qui non dimentico Valentina Rubino e Matteo Pinna,che hanno iniziato quel percorso dividendo per sempre la categoria del mini e lo junior incrementando i bambini ogni giorno che passava. Per non parlare di Marilena Bettinelli. Una stakanovista in fatto di far stare bene gli altri. Numeri che nelle attività di acquagym arrivarono alla cifra monstre di 150 persone. Montava coreografie per due staff. Si occupava del merchadasing. Non si fermava mai. Come me.
Enrico Granella,quel ragazzo che pensava di fare solo il dj poi plasmato ragazzo jolly in grado di diventare un’ altra persona sul palcoscenico e nelle intramontabili feste al molo 87,un piccolo mustruoso Vinai.
Claudia Selis,la ragazza arrivata a stagione in corso sempre al servizio degli altri e favolosa con i ragazzi dello Junior poi spaziando con il miniclub risultandosi completa. Con il ballo ci metteva ore per imparare,ma ne è valsa la pena.
Tiziana Vitolo,anche se per poco tempo rimasta in questo paradiso,rimasta nel cuore di molti junior club.
Federica Anzelmo,la ragazza del ombrellone accanto. Quel sorriso che risplendeva nella gente con il suo contatto e il fatto di essere una bella ragazza l’ha portata a farsi amare pure dai bambini del mini club che la scambiavano per una principessa disney.
Ottiolu era favolosa nell’accoglienza in questa banda di matti. Il crossover con il team di Budoni Welcome ha portato tanti spettacoli in piazzetta e lo show di fine stagione in quel bellissimo anfiteatro dell’oasi.
E proprio da li’ quest’anno siamo ripartiti. La gente ha visto la follia nella nostra colorata vivacità e molti non riescono a vedere la pazzia nella normalità.
Nonostante diversi problemi,è stato un anno fantastico. Con un gruppo rimasto figlio della stagione precedente. Quei nuovi arrivi hanno portato linfa vitale come Caterina Arienti,piccola ma con una personalità da veterana lavorando con i bambini del mini club. La Mary Poppins di Ottiolu.
La più amata dalle famiglie. E un eccellente ballerina.
Francesca Bettinelli,nonchè sorella dell’illustre collega,il fiore dello Junior dove quest’estate abbiamo toccato cifre superiori hai 60 ragazzi a settimana coinvolgendoli negli show. Giovane,testarda,ma quando ci si mette è come i Tori di Pamplona,corre come una scheggia e si è fatta amare da tutti i ragazzi della family Ottiolu.
Marta Davitti,è quel personaggio che tutti dovrebbero avere in staff. Brava nel mini club,ma incredibilemte ironica e goffa senza nemmeno saperlo.
Devo ringraziare Domenico Marchetti per la sua fiducia nei miei confronti per il quarto anno di Bv.
Una persona a cui devo molto non solo per l’opportunità che ripone in me,ma per tutti i consigli, tutti gli sbagli e i miglioramenti per farmi crescere ogni stagione che avanza.
Spero di essere utile ancora nei prossimi progetti a venire.
Ringrazio Floriana Moriccioli per la sua ospitalità e collaborazione a Ottiolu.
Per tutte le opportunità,le discussioni creative,i consigli,gli scambi di opinioni,e i momenti vissuti insieme. Una persona vitale in questi tre anni. Un’amica quando è fuori dal lavoro.
Ringrazio un amica speciale come Stefania Murrighile . Non sempre si instaura un rapporto duraturo con qualcuno che lavora costantemente in Sardegna,ma trovare un amica come lei è raro.
Ringrazio ogni singola persona persona a Ottiolu che ha visto ogni show,ha collaborato a ogni gioco,ogni avventura insieme,ogni momento immortalato.
Ci sono tante canzoni che mi faranno ricordare bellissimi momenti. Certe canzoni sono come quei jeans strappati ma perfetti,ormai le hai consumate ma continuano a farti da seconda pelle.
Ogni volta.
Che dire,mi sono preso una cotta formidabile per Ottiolu. Mi sono persino innamorato una volta tra queste mura. Di una ragazza ovviamente,indimenticabile.
Fra giochi,musica e colori. In riva al mare o in mezzo a uno spettacolo.
Perchè tutti,una volta nella vita,abbiamo diritto di credere che le canzoni dell’estate siano state scritte apposta per noi.
Viaggiare ogni estate verso Ottiolu il mondo è sempre nuovo.
Un abbraccio grande,e chissà…mai dire mai nella vita.
Christian Piscopo

Pin It on Pinterest

Share This